Family Holiday a Bormio? I nostri consigli per voi ❤

State pianificando un soggiorno a Bormio con i bambini e non sapete che attività programmare, ecco in sintesi i nostri #tips di viaggio per trascorrere una vacanza avventurosa.

Amaca di gruppo a Cancano 🌲

In montagna non potete far mancare ai vostri bambini l’esperienza di un viaggio in cabinovia. A Bormio e dintorni avrete la possibilità di salire a bordo di una cabinovia su tre versanti di tre diverse località, Bormio 2000 e 3000, Cima Piazzi e Santa Caterina Valfurva.

Il nostro consiglio TOP è sicuramente quello di abbinare alla salita in cabinovia un giro sul nuovo Family Bob di Cima Piazzi Happy Mountain a Valdidentro. Si può prendere la cabinovia che conduce al family bob proprio a Isolaccia, un paese limitrofo a Bormio sulla strada per Livigno.

Il family bob è un bob su rotaia che effettua un breve percorso mozzafiato nel bosco di larici a 1700 mt di altezza. Adatto per bambini di età superiore ai 4 anni accompagnati da un adulto.

Family bob di Cima Piazzi Happy Mountain 😀 ⛰

Per continuare l’avventura tra i larici vi invitiamo a passare una mezza giornata al Larix Park di Livigno, un parco avventura con percorsi su corde differenziati in diversi gradi di difficoltà e altezze in sicurezza. Per i più piccini (a partire dai 2 anni) sono previsti anche dei facili percorsi su carrucola e l’area Yepi. Ecco come far sentire i bambini dei veri avventurieri del bosco.

Larix park a Livigno 🐿️

Torniamo a Bormio e alle bellissime gite in fattoria organizzate dalla Scuola mountain bike Bormio, gli istruttori abbinano un itinerario in bicicletta con le gite alla fattoria. La sede della scuola bike organizza corsi di avviamento e si trova all’arrivo dello sky-stadium in zona funivia dove sono allestiti anche i tappeti elastici ed uno scivolo su gommone da urlo!

Le gite in fattoria si possono fare in un pomeriggio oppure in un week-end. Genitori esclusi 😜

Se invece delle due ruote vostro figlio preferisce il lento ondeggiare del trotto di un cavallo, proprio vicino ad Alpi&Golf Hotel si trova il Centro Ippico Wild Horse a Bormio, che offre la possibilità di una passeggiata a cavallo della durata di circa un’ora lungo la ciclabile che costeggia il fiume Adda in uno scenario mozzafiato.

Le gite a cavallo vicino ad Alpi&Golf Hotel 🐎

Può capitare che le giornate non siano sempre calde e soleggiate e, i genitori lo sanno bene, bisogna trovare degli escamotage per non parcheggiare i bambini davanti a telefoni o altri device (non troppo a lungo perlomeno).

No panic perché le attività indoors a Bormio non mancano e prima fra tutti vi consigliamo di programmare la vostra giornata a Bormio Terme in un giorno incerto perché l’acqua calda delle piscine è fantastica anche sotto la pioggia o con le nuvole. Vedi il nostro articolo Cosa fare a Bormio: le terme per la famiglia.

Se poi il maltempo persiste ecco l’occasione giusta per portare i bambini ad una visita interattiva al museo del Parco Nazionale dello Stelvio a Sant’Antonio di Valfurva, dove potranno scoprire i versi e le impronte degli animali presenti sul territorio valtellinese e divertirsi ad eleggere il loro animale preferito. Scommettiamo che non avete mai avuto l’occasione di vedere un gipeto ad un palmo dal naso!? Proprio di fronte al museo si trova uno dei parchi giochi più belli della zona, scopritelo nel nostro articolo Cari parchi giochi.

A volte poi con i bambini le cose più semplici sono anche le più divertenti e creano quel legame profondo con i genitori perché sfruttano unicamente il potere dell’immaginazione. Come i racconti e le avventure al fiume, i salti nelle pozzanghere dopo la pioggia o l’ebbrezza di far volare un aquilone. Attività che si possono fare ovunque e che necessitano solo di fantasia e voglia di giocare.

Ecco in sintesi alcune delle proposte family e kids a Bormio per un’estate avventurosa. Sintetica ma non esaustiva perché le attività da fare a Bormio sono innumerevoli per tutti i target e per tutte le esigenze di viaggio.

L’ultimo consiglio è più una chicca che ci piace svelare ai nostri ospiti più affezionati. Nel bellissimo borgo di Oga è tradizione durante la notte di San Lorenzo accendere i famosi falò di San Lorenzo. A soli 5 km da Bormio potrete godere di una notte magica in una cornice veramente suggestiva. I bambini rimangono incantati davanti a questo spettacolo di altri tempi.

Per finire i nostri link di tutte le attività in ordine cronologico a partire dal nostro #not ordinary hotel a Bormio:

http://www.alpigolf.it

https://www.cimapiazzi.eu/it/estate/family-bob/

https://www.mottolino.com/estate/larix-park/

https://www.scuolabikebormio.com/

https://www.bormio.eu/category/attivita/tradizioni-e-cultura/visita-ai-musei/centro-visitatori-parco-nazionale-dello-stelvio/

Le attività più cool da fare a Bormio durante l’estate

Si può essere cool a tutte le età quindi le attività che vi proponiamo ed i consigli a chi e dove rivolgervi sono dedicate solo a coloro che hanno voglia di mettersi in gioco senza limiti di età, sesso, razza, corporatura..

Uscire dalla nostra zona di comfort quotidiana ci aiuta a mantenerci giovani ed empatici con gli altri.

Abbiamo scelto queste attività non solo perché ci piace praticarle ma anche perche ci piacciono le persone, il lavoro e le idee che stanno dietro a queste proposte.

Ed ecco le nostre tre scelte per quest’estate che vede al centro il contatto con la natura ed il nostro benessere psicofisico.

Yoga is everywhere..

Le proposte di yoga all’aria aperta sono diventate un trend tra i più gettonati di quest’estate.

Il calendario yoga è veramente ricco e si può decidere di partecipare a delle sessions in vari punti del paese tra cui zona Funivia oppure Bormio Terme.

Noi ci sentiamo di consigliarvi, invece, il nuovo appuntamento del venerdì ore 17.00 al Fiume apres bike che si trova proprio a due passi da Alpi&Golf Hotel. Il posto è incantevole, lungo la ciclabile che costeggia il fiume Adda. Un ambiente frizzante e piacevole dove ritagliare la propria nicchia di benessere psicofisico. Sarà poi la vostra yogini a condurvi e guidarvi al risveglio dei vostri sensi assopiti.

Ricordatevi di portare il vostro tappettino.

Prenotazione obbligatoria.

Foto http://www.robytrab.com

Trekking con le guide alpine

Il parco Nazionale dello Stelvio è un ambiente di media e alta montagna che nasconde tesori inestimabili. Per scoprirli in sicurezza tramite l’aiuto di Guide Alpine professionali vi consigliamo di visitare la pagina delle Guide Alpine di Bormio che hanno un’offerta veramente trasversale a partire dai corsi di arrampicata per i neofiti o per famiglie, sino ai safari fotografici o alle classiche escursioni in quota.

Foto http://www.robytrab.com

Bike, e-bike e downill che passione!

Come non nominare l’assoluta protagonista della scena sportiva valtellinese??

Più che cantare le lodi della bici da strada per veri sportivi ci piacerebbe invece far scoprire ai molti la versatilità di una e-bike. Adatta per un giro in paese ma anche per una gita in montagna, la e-bike ci piace perché è green ed è il perfetto mezzo di spostamento per chi si vuole godere le vacanze. Si perché tutti la possono usare senza fatica e a seconda dei modelli può portarvi davvero dappertutto.

Foto http://www.bormiobike.it

Ecco quindi gli indirizzi web di riferimento per partire ad organizzare la vostra vacanza più cool a Bormio:

http://www.alpigolf.it per il vostro soggiorno a Bormio.

http://www.bormiobike.com per i vostri tour in e-bike o consigli sui migliori percorsi.

http://www.bormioskibike.com per il noleggio della vostra e-bike.

http://www.guidebormio.it per i vostri trekking in sicurezza.

https://www.facebook.com/alfiumeapresbike per un aperitivo lungo il fiume o le vostra yoga sessions.

10 Cose da fare a Bormio e dintorni

Bormio, location da fiaba

A Bormio San Valentino non si festeggia solo il 14 Febbraio, tutti i giorni sono l’occasione giusta per una vacanza romantica nel nostro caratteristico paese di montagna. Sarà la vicinanza con i centri termali o quella atmosfera da fiaba che si respira a 360 gradi, sta di fatto che le occasioni romantiche per chi vuole stupire la propria metà non mancano. Tanto meno in Inverno. E’ vero. In inverno a Bormio fa freddo. A volte molto freddo. Ma l’aria satura di quell’odore di neve e di bosco bagnato è, per chi ama la montagna, ineguagliabile. All’inizio dell’inverno quell’odore ci ricorda che siamo vicini alle feste di Natale e alla fine dell’anno. Quindi è associato all’amore per i propri cari, alla condivisone, alle feste e al buon vino valtellinese. Non sarebbe inverno senza lo scoppiettio del fuoco accesso, di un buon libro a tenerci compagnia e di una calda cioccolata a scaldare lo spirito. E’ curioso come il momento più freddo dell’anno sia invece quello più caldo di emozioni e di abbracci.

Qui all’Alpi & Golf Hotel si sente il caldo sia del camino che di quell’atmosfera avvolgente come una coccola che sa darti la casa in inverno. Prima del vostro arrivo a Bormio vorremmo darvi alcuni suggerimenti su come creare quei momenti magici che ci si aspetta da una vacanza in montagna.

Quindi:

LE DIECI COSE DA FARE A BORMIO PER UNA VACANZA ROMANTICA

Vacanza romantica a Bormio in Valtellina
  1. Sci di fondo a Santa Caterina

Non a tutti piace la velocità sugli sci, non per questo si deve rinunciare alla montagna in inverno.
A Santa Caterina si può seguire un bellissimo percorso a 1700mt di altezza immersi tra i pini e ai piedi delle montagne e dei ghiacciai tra i più alti d’Italia. Provare gli sci di fondo non è impegnativo perché le discese sono minime ed il trucco sta nel tenere gli sci diritti. Per il resto si tratta di una pista pianeggiante con piccoli saliscendi. Per chi non avesse mai provato si può sempre confrontare con un po’ di campo pratica.

Anotnio Borruso di Umami Bistrot
  1. La pizza, ma non una pizza qualsiasi

Quando avete mangiato la pizza? ieri ? o l’altro ieri? Insomma lo sappiamo che a Bormio vorreste assaggiare le specialità del posto ma credeteci che se non assaggiate la pizza di Umami Bistrò a Bormio ve ne pentirete amaramente. Unica! La ricetta speciale è dello chef stellato Antonio Borruso. Non sappiamo se sia segreta o meno ma non basta solo una ricetta per eguagliare un opera d’arte! Pezzi d’arte sono anche i dessert di Umami. La pizza viene proposta giornalmente con differenti tipi di impasto, integrali o speciali.

  1. La sciata in notturna a Bormio e Santa Caterina

A Bormio ci piace fare sport o relax in notturna perché i cieli stellati dalle nostre parti sono belli da mozzare il fiato. La mitica pista Stelvio viene illuminata tutti i venerdì nei mesi di Gennaio e Febbraio. Per coloro che non sciano è comunque uno spettacolo affascinante e suggestivo. Passeggiare per le vie del centro storico sotto le luci che illuminano la pista è particolarmente romantico.

  1. Una corsa sulla slitta trainati dagli huskies? This is sleddog!

Un sentiero immerso nel bianco voi, i suoni del bosco ed il rumore della slitta. Per chi è a caccia di esperienze irripetibili, quelli da una volta nella vita, lo sleddog è quello che state cercando. Ad Arnoga un gruppetto di simpatici e professionali cani da slitta vi aspetta per accompagnarvi in una vera wild adventure!

  1. Piccola pasticceria al Sottovento Luxury Café

C’è un posto speciale che è entrato nei nostri cuori da poco. Al primo piano dell’Hotel Luxury Sottovento si può accedere, anche se non si è ospiti dell’hotel, e gustare con gli occhi la variegata offerta di piccola pasticceria, croissant e mini cakes. Ovviamente vi consigliamo di procedere con un assaggio che vi porterà forse ad un’abbuffata, accompagnando il tutto con un bel cappuccino al latte di soia oppure una tisana rigenerante.

  1. Una ciaspolata nella bella Val Viola

Un altro suggerimento che diamo sempre volentieri è armarsi di ciaspole, si possono noleggiare sul posto, e immergersi nella incontaminata Val Viola. Raggiungibile da Bormio seguendo le indicazioni per Isolaccia e poi Livigno. Giunti in località Arnoga si può lasciare l’auto e proseguire fino al rifugio Caricc. Per un pranzo romantico a base di specialità valtellinesi, è consigliabile prenotare con anticipo.

  1. La visita alle storiche cantine dell’amaro Braulio

E continuando a parlare di ricette segrete o meglio segretissime, la ricetta dell’amaro di Bormio che come diceva una vecchia pubblicità, un’amaro leggero di soli 21 gradi non è mai stata svelata da 140 anni. Conosciamo gli ingredienti principali ossia le regine delle piante officinali alpine come l’achillea moscata, le bacche di ginepro, l’assenzio e le radici di genziana, sapientemente raccolte ed essiccate durante i periodi estivi. L’invecchiamento prevede la conservazione del braulio per circa due anni in bellissime botti di rovere di slavonia. Ma se siete interessanti a vedere tutto il procedimento con i vostri occhi vi consigliamo una visita nei sotterranei dell’azienda che si trova proprio nel centro storico di Bormio.

  1. La magia di un bagno caldo nelle vasche esterne dei centri termali di Bormio

Se avete le fortuna di trovarvi verso sera al buio immersi in una delle numerose vasche di acqua calda termale durante una nevicata, allora potrete dire di aver vissuto uno dei momenti più suggestivi che Bormio ha da offrire in inverno. Con o senza neve, al buio o con la luce, l’esperienza va vissuta almeno una volta nella vita.

Le terme storiche di Bormio sono due, i Bagni Vecchi e i Bagni Nuovi (1836). I più antichi erano utilizzati dagli stessi romani, fu infatti Plinio il Vecchio a descrivere le miracolose caratteristiche delle fonti termali di Bormio. Si pensa che anche Leonardo da Vinci sia passato da queste parti, secondo la sua testimonianza: «In testa alla Valtolina è la montagna di Bormi. A Bormi sono i bagni». Entrambi i Bagni sono dei MUST per chi visita Bormio. Se proprio dobbiamo svelare un segreto, una delle vasche che a noi piace di più si trova ai Bagni Vecchi. Nella chiesetta di San Martino, antichissima, edificata dove già forse sorgeva un tempio pagano dedicato al dio delle acque. Si raggiunge dalla piscina panoramica scendendo un piccolo sentiero.

  1. I punti panoramici più raggiungibili e suggestivi

Siete a Bormio per un breve week-end e non volete perdervi le locations più instagrammabili? Bene, ecco tre tra i punti più panoramici e accessibili in breve tempo della nostra ski area:

  • La chiesetta della Madonna di Caravaggio. Raggiungibile in auto in direzione del piccolo paese di Oga, la terrazza su Bormio, da cui vengono scattate molte delle fotografie che ritrovate sui magazine e sui siti di viaggio. Se volete poi proseguire in direzione Forte di Oga e continuare a piedi fino all’ingresso del Forte costruito durante la prima Guerra avrete raggiunto un altro spot per un bella foto incorniciata dai rami di larice.
  • Bormio 3000. Raggiungibile con un viaggio in funivia ed un cambio intermedio a Bormio 2000. La funivia raggiunge la vetta del Valleccetta ed entra direttamente nel ristoro arroccatto sulla cima. La terrazza panoramica sulle valli intorno è il setting ideale per una bella foto di coppia.
  • Sunny Valley mountain lodge. Questa volta si prende la funivia che parte da Santa Caterina per arrivare in uno scenario innevato da vero influencer. Non sono solo le montagne innevate a rendere l’atmosfera magica e romantica ma anche il vicino ski resort Sunny Valley un resort da copertina e pronto ad accogliervi intorno al fuoco per un pranzo od un brunch.
  1. Aperitivo o merenda davanti al fuoco

Qual’è la prima immagine che vi viene in mente pensando ad una vacanza in montagna? Accendere il fuoco è uno di quei gesti che per noi alpini assume le forme di un vero e proprio rituale. E’ il protagonista di tutti i nostri ricordi più belli, quelli con la propria metà, la famiglia o in compagnia dei nostri ospiti. Qui all’Alpi&Golf Hotel è al centro del nostro Lounge Bar. Lo spazio della condivisione e delle chiacchiere più intime, accompagnate da un buon bicchiere di vino. Ed il fuoco pronto e accesso per fare tesoro dei vostri momenti più preziosi.

La magia del caminetto all’Alpi&Golf Hotel a Bormio

Take it slow..una proposta di soggiorno “alternativa”

Di una città non apprezzi una o le settantasette meraviglie, ma la risposta che da ad una tua domanda

“Le città invisibili” Italo Calvino

“C’era una volta un periodo in cui il mondo era impazzito. Si era completamente de-sintonizzato dai cicli naturali della vita. Dal respiro della Terra. Lento e vitale. Le persone sembravano delle formichine impazzite solo che, a differenza delle formiche, correvano come pazze senza nessun obiettivo comune o forma di cooperazione. Ogni persona era un atomo a sé, sempre di fretta, cercando di macinare chilometri e chilometri di nulla.

Anche durante le cosiddette vacanze anziché rallentare i ritmi si correva ancora di più per poter vedere più attrazioni nel minor numero di giorni. Come in una gara ad accumulare più luoghi visitati ed esperienze fatte per poterlo esibire o raccontare.

I Tour Operator vendevano dei veri Tour de Force in cui in due giorni ed una notte si potevano visitare tre città, mangiare nei migliori ristoranti del posto, ammirare gli animali selvatici, fare la conoscenza di qualche indigeno locale con tanto di foto ricordo, andare a cavallo oppure sui pattini o qualsiasi altra attività proposta e perché no, nei momenti intermedi, un po di shopping compulsivo per portare a casa una testimonianza del posto visitato. Per poter affermare che in quel luogo ci erano stati per davvero. Insomma per ricordalo anche a loro stessi.

Persino nella successiva era degli smart phones e dei social (quella che venne poi chiamata “dittatura” dei social network) il turista, senza mai staccare gli occhi dal telefonino, vagava ansioso e affrettato seguendo una severissima tabella di marcia. Senza tralasciare nulla. Solo dimenticando a volte di alzare lo sguardo. Così tanto per perdersi nella bellezza. Per poter ammirare senza fare nulla. Per gioire della compagnia dell’altro. Per vivere il presente. Per essere senza l’ansia di dover essere. Insomma tutte quella cose che si erano dimenticati di fare nella foga del fare.

Fortunatamente qualcuno si accorse della pazzia collettiva e pensò che oltretutto il viaggio non era il fine ma il pretesto per vivere la rottura della quotidianità e non riprodurre una iper-quotidianità . Alcuni viaggiatori arditi ripresero l’antica narrazione del viaggio come scoperta, i viaggi tornarono ad essere cammini. A passo lento gli uomini cominciarono a vedere di nuovo con i propri occhi i luoghi e le persone che li abitano.”


La nostra proposta di soggiorno alternativa non è tanto il “cosa” visitare ma il “come” deciderete di farlo.

Noi suggeriamo di prendervi tutto il tempo necessario per esplorare Bormio. Bormio nasconde degli angoli che trasudano storia e bellezza. Bormio tra i paesi alpini è quello che ha saputo meglio conservare la sua storia fatta di edifici, tradizioni e luoghi di incontro. A Bormio natura e cultura si incontrano in uno sposalizio perfetto. Due facce della stessa medaglia. A patto però che sappiate guardarla con attenzione perché come tutte le donne ama essere ammirata e corteggiata senza fretta. Scoperta poco alla volta in un lungo gioco di rimandi senza mai aver la pretesa di sciogliere quel mistero che è l’anima viva di un paese.

Foto di Roby Trab

Arriverà l’inverno e avrà il tuo nome..

Bormio, la bella. Bormio, la storica.

Mai come quest’anno Bormio è sinonimo di vacanze sulla neve. Neo eletta da Forbes come una delle mete invernali da non perdere per il  2020, Bormio saprà sorprendervi grazie alla sua cangiante offerta turistica.

La pista Stelvio inaugurata nel 1983 è uno dei tracciati più tecnici e difficili al mondo. Ma non preoccupatevi, nel comprensorio sciistico di Bormio ci sono piste adatte a tutti i livelli, con numerose scuole di sci e di snowboard.
È proprio grazie alla pista Stelvio,la quale vanta un dislivello da capogiro, che Bormio ospita ogni anno la Coppa del mondo di sci. Quest’anno saranno due gli appuntamenti, il 28 e 29 Dicembre con la Discesa Libera Maschile e la Combinata Alpina Maschile. Bormio, sarà inoltre protagonista delle Olimpiadi invernali 2026. Ma alle Olimpiadi dedicheremo con onore un articolo più approfondito. Parlando di Mondiali di sci, chi ha modo di ricordarsi quando nel 1995 Alberto Tomba scendeva la pista Stelvio in pantaloncini gialli e canottiera per festeggiare, a modo suo, il titolo di campione del mondo? Indimenticabile !

Non solo Bormio ma anche le vicine località di Oga-San Colombano, Cima Piazzi-Valdidentro e Santa Caterina Valfurva fanno parte del comprensorio sciistico del territorio, offrendo il privilegio di poter sciare ogni giorno in località differenti e dalle specifiche peculiarità.
Le piste di Bormio apriranno i cancelletti già sabato 30 novembre così come quelle di Santa Caterina Valfurva. Bisognerà aspettare invece l’Immacolata per poter sciare sulle dolci piste di Oga. Per tutti coloro che non vedono l’ora di “scaldarsi” i muscoli sulle nostre belle montagne, affrettatevi ad usufruire della promozione Skipass Free valida fino a Natale. Per ulteriori dettagli clicca QUI o SCRIVICI.


L’esordio invernale non è mai stato così fortunato come quest’anno. Grazie alle abbondanti nevicate di Novembre la neve è arrivata fino in paese, coprendo di bianco le pendici di Bormio e valli. Grande attesa anche per lo sci notturno; a Bormio il venerdì si illumina dalle 20.00 alle 23.00 e sciare diventa ancora più suggestivo! Quest’anno le date da segnarvi per provare l’ebbrezza dello sci notturno a Bormio sono le seguenti :

  • Venerdì 3 gennaio 2020
  • Venerdì 17 gennaio 2020
  • Venerdì 7 febbraio 2020
  • Venerdì 14 febbraio 2020
  • Venerdì 28 febbraio 2020

Mentre a Santa Caterina ricordatevi questi appuntamenti al buio:

  • Venerdì 10 gennaio 2020
  • Venerdì 31 gennaio 2020
  • Sabato 22 febbraio 2020
  • Sabato 29 febbraio 2020
  • Sabato 7 marzo 2020

Quindi sciolinate gli sci, scaldate gli scarponi ed armatevi di guanti e caschetto, Bormio e l’Alta Valtellina vi aspettano.

E anche noi!

Alpino&Alpina

Cosa fare a Bormio: le Terme per la famiglia.

Bagni Vecchi di Bormio
Bagni Vecchi di Bormio

Per chi ancora non lo sapesse, Bormio deriva dal termine gallico “Bormo” ossia sorgente calda. Bormio è quindi nota per le sue sorgenti di acqua termali. Senza cominciare una disquisizione filologica sul passaggio effettivo a Bormio di Plinio il Vecchio e Leonardo da Vinci, le acque termali di Bormio sono note sin dal 500 d.C.

Tornando ai giorni nostri invece è bene fare chiarezza sul fatto che a Bormio sono presenti sul territorio ben tre stabilimenti termali. Gli storici Bagni Vecchi di Bormio che rimangono abbarbicati in una splendida posizione panoramica sopra la bella conca di Bormio. I più recenti Bagni Nuovi di Bormio che, nonostante gli ammodernamenti, mantengono il fascino romantico e Belle époque del Grand Hotel Bagni Nuovi, inaugurato nel 1830 e che ricorda vagamente le atmosfere del famoso film “Gran Budapest Hotel”, vincitore di tre premi Oscar.

Grand Hotel Bagni Nuovi
Grand Hotel Bagni Nuovi e Parco

Ultime ma non meno termali le nostre Terme di Bormio, lo stabilimento termale per tutta la famiglia. Le Terme di Bormio oltre ad essere adatte alle famiglie, differenziandosi appunto dai più famosi vicini Bagni Nuovi e Bagni Vecchi per la possibilità di ospitare anche i più piccini, si distinguono anche per il prezzo più abbordabile. A grandi linee e a secondo della stagione Bagni Vecchi e Bagni Nuovi si aggirano su un prezzo medio di 50 euro a persona al giorno contro i 20-25 euro di media per l’ingresso a Terme di Bormio.

Le Terme di Bormio dispongono oltre che di un’aria baby, uno scivolo d’acqua e di una piscina bassa per bambini anche di piscina natatoria di 25 mt. e di una parte panoramica riservata ai soli adulti con vasche idromassaggio, saune e bagni turchi. Una vera chicca anche in Inverno la piscina esterna per grandi e piccini che guarda direttamente sulla pista Stelvio e sulle vette imbiancate che fanno da cornice suggestiva.

A Bormio Terme è dedicata anche una parte per le vere cure termali, inalazioni e aereosol, balneofangoterapia e fisioterapia le visite specialistiche, i corsi di nuoto e l’estetica del corpo. Il loro calendario annuale è ricco di eventi incentrati sullo yoga e la mindfulless nell’accogliente sala Zen.

Bormio Terme

Una visita con tutta la famiglia è d’obbligo per testare i benefici dell’acqua termale che ha reso e rende famosa Bormio da così tanti secoli.


 

Contattaci per ricevere i nostri consigli di viaggio e pianificare il tuo soggiorno all’Hotel Alpi&Golf a Bormio.

 

 

Autunno a Bormio

Diciamolo, Bormio è bella in tutte le stagioni, dai limpidi e bianchi mesi invernali all’esplosione di colori e fiori dei mesi primaverili e ai caldi ma non troppo mesi estivi.

L‘autunno a Bormio è però una delle nostre stagioni preferite, sarà che dopo il grande pienone di agosto, a settembre ricominci a godere della pace e della tranquillità di montagna. Bormio cambia di nuovo abito per indossare  i tenui colori autunnali come il giallo dei larici e l’arancio degli alberi.

Per chi vuole prendersi un break dalla vita quotidiana, la montagna da settembre a novembre invita a mettersi un bel maglione caldo per spingersi verso le valli ed i sentieri più incontaminati e distanti dalla folla, dove i ruscelli ed i torrenti scorrono e zampillano formando delle immaginarie ragnatele stese sulle montagne dalle vette al fondovalle.

E’ tempo di convivialità e a prescindere dal tipo di viaggio che hai in mente, con la famiglia, in coppia o con gli amici l’obiettivo è avvicinarsi alle cose semplici per riprendere il tempo che ci sfugge dalle dita con la velocità della vita moderna.

A Bormio la giornata è scandita lentamente e suggeriamo almeno un lungo week-end o meglio ancora due o tre giorni infrasettimanali per riuscire a portare un pezzettino di pace e tranquillità anche a casa.

Il MUST dell’autunno ovviamente sono le acque termali di Bormio che con i suoi tre centri, Bagni Nuovi, Bagni Vecchi e Terme di Bormio offrono l’opportunità di ritagliarsi un autentico momento di benessere.

Le acque termali sono un vero toccasana ma per godersele al meglio suggeriamo in mattinata una bella camminata nei boschi, qualcosa di semplice e poco impegnativo come la Pedemontana della Reit, un sentiero tutto pianeggiante che corre appena sopra Bormio con una vista eccezionale sulla conca bormina.

E poi ancora, magari nel tardo pomeriggio, una visita al centro storico di Bormio, una perla e quasi una rarità in tutto l’arco alpino per la conservazione dei suoi palazzi storici e delle sue chiese antiche; per un aperitivo od una bevanda calda, una tazza di fumante vin brulè, vino locale speziato e saporito con chiodi di garofano.

A cena i protagonisti sono loro, i funghi, di stagione ovviamente! Da noi i porcini ed i finferli sono i padroni indiscussi della tavola e possono accompagnare sia le carni che la polenta. Ma anche estroversi piatti a base di pasta. E per i più curiosi, avete mai assaggiato le mazze di tamburo impanate? O anche un semplice porcino crudo appena raccolto condito con pepe ed un filo d’olio?

DOVE MANGIARE Ristorante al Filò nel centro storico di Bormio, uno dei nostri preferiti, propone i classici valtellinesi ma sempre in chiave più  accattivante. Ricordatevi di prenotare il tavolo nella piccola grotta, solo per due persone, per una romantica cena di coppia.

DOVE DORMIRE Alpi&Golf Hotel, il nostro delizioso hotel familiare, poche camere, buona cucina e soggiorno ideale per gli amanti dei luoghi caratteristici.